Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
Facebook  Instagram  Twitter  LinkedIn  YouTube 
Confindustria Cuneo

CONTATTI

0171.455.440

taskforce@confindustriacuneo.it


RESPONSABILE TASK FORCE e SALUTE E SICUREZZA

Andrea Corniolo

0171.455.490 - 3316502034

a.corniolo@confindustriacuneo.it


SALUTE E SICUREZZA

Chiara Fedele

0171.455.443 - 3346749306

c.fedele@confindustriacuneo.it


INTERNAZIONALE

Bianca Revello

0171.455.502 - 3666452885

b.revello@confindustriacuneo.it


LAVORO

Stefania Bergia

0171.455.416 - 3386482644

s.bergia@confindustriacuneo.it


CREDITO E FINANZA AGEVOLATA

NicolÚ Cometto

0171.455.431 - 3389378231

n.cometto@confindustriacuneo.it

Circolare - 02/11/2020

Germania: dal 2 novembre in soft-lockdown

Si rammenta che da oggi 2 novembre in Germania sarà avviato il preannunciato soft-lockdown.

Per tutto il mese, saranno chiusi ristoranti, bar, locali e luoghi dedicati ad attività ricreative e d’intrattenimento, come cinema, teatri, sale da concerto. Stretta anche sul turismo in tutto il territorio, con il divieto di pernottamento negli alberghi. Divieto di contatto negli spazi pubblici,  riunirsi è possibile fino a un massimo di 10 persone. Scuole e asili restano aperti come anche i negozi, con nuove limitazioni, calcolate al metro quadrato. 

Gli alberghi potranno ospitare solo per ragioni lavorative, pertanto si invita gli associati a verificare le prenotazioni eventualmente in corso.

 

RIEPILOGO MISURE IN CORSO:

  • vietati i pernottamenti per motivi di turismo;
  • chiusi ristoranti, bar e simili (ma sono consentiti l’asporto e la consegna a domicilio);
  • chiusi tutti i luoghi di intrattenimento e di cultura (inclusi cinema, teatri e opere);
  • vietati gli eventi pubblici;
  • vietato qualsiasi assembramento di persone appartenenti a più di due nuclei familiari (e comunque non possono incontrarsi più di 10 persone, nè al chiuso né all'aperto);
  • le partite dei campionati sportivi professionali si svolgeranno a porte chiuse;
  • vietato lo sport amatoriale (con eccezioni per le attività fiscihe svolte individualmente o con conviventi);
  • chiuse le palestre e i servizi alla persona (tranne parrucchieri e servizi di fisioterapia);
  • Forte raccomandazione ad evitare gli spostamenti non necessari (incluse le visite a parenti);
  • incentivato lo smart working ovunque possibile;
  • aperti i negozi (con ingresso consentito soltanto ad un cliente ogni 10 metri quadri);
  • aperte le scuole di ogni ordine e grado

I singoli Länder hanno adottato specifiche ordinanze per implementare tale decisione: si consiglia quindi ai connazionali di informarsi nello specifico sulle norme in vigore nel Land in cui si trovano. Un elenco dei siti istituzionali dei Länder è reperibile QUI (in tedesco); alcuni Länder mettono a disposizione anche informazioni in inglese: riportiamo di seguito, ad esempio, quelle pubblicate da Berlino, dalla Baviera (sul sito del Comune di Monaco), da Brema e dall'Assia (sul sito del Comune di Francoforte sul Meno). 

Altre informazioni in inglese sono reperibili sul sito "Zusammen gegen Corona" ("Insieme contro il Coronavirus") del Ministero della Sanità tedesco o nelle FAQ del Ministero federale dell'Interno.

Tutte le informazioni sulla app tedesca di tracciamento del Covid-19 (Corona Warn App), inclusi i link diretti per il download, si trovano a questo link.

 

TAMPONE in INGRESSO

 

Tutti coloro che nei 14 giorni precedenti l'ingresso in Germania si siano recati in aree considerate "a rischio" (dal 1° novembre tutta Italia esclusa  Calabria) devono mettersi in contatto con l’Autorità sanitaria localmente competente (ma tale obbligo è considerato assolto da parte di tutti coloro che compilano il "formulario di sbarco", che viene distribuito ad esempio a tutti i passeggeri che arrivano con l'aereo) e produrre un risultato negativo al test molecolare SARS-CoV-2 effettuato nelle precedenti 48 ore, oppure sottoporsi obbligatoriamente a tampone nel momento dell’ingresso in Germania.

Il tampone deve essere molecolare (PCR), può essere effettuato prima della partenza (in un Paese UE o incluso nel pertinente elenco del RKI), ma non oltre 48 ore prima dell'ingresso in Germania e deve essere accompagnato da relativa attestazione medica. Tutti i documenti devono essere redatti in inglese o in tedesco.

In alternativa, il test può essere condotto direttamente nel luogo di ingresso in Germania (aeroporto, porto marittimo, autostazioni).
Ove ciò non sia possibile, il test può essere eseguito in un secondo momento presso una struttura sanitaria abilitata, rispettando nel frattempo l’obbligo di quarantena. Il test effettuato in Germania è gratuito.

Per tutti coloro che provengono dalle aree “a rischio”, vige obbligo di quarantena per 14 giorni o finché non si possa presentare un test (PCR) di negatività al Covid 19.

Salvo disposizioni diverse decise dalle Autorità dei singoli Länder, è esentato dall'obbligo del test (e della quarantena) chi si trova solo in transito attraverso la Germania e chi sia soltanto transitato in aree a rischio.

I singoli Länder hanno inoltre identificato una serie di casi di esenzione dall'obbligo di tampone (e di quarantena). Normalmente, sono esentati da tale obbligo i lavoratori transfrontalieri, i lavoratori considerati “essenziali” per il funzionamento del sistema (tra cui membri delle forze di polizia, personale sanitario, funzionari internazionali e personale diplomatico), il personale viaggiante e i membri di equipaggi, le persone che fanno ingresso in Germania per brevi periodi (normalmente, fino a 5 giorni) per motivi di salute o di lavoro e quelle che sono state all’estero solo per brevi periodi (nella maggior parte dei casi, 48 ore). Tuttavia, non tutti i casi di esenzione sono previsti in tutti i Laender: si raccomanda quindi di consultare la specifica ordinanza adottata dal Land in cui si intende fare ingresso. Nella tabella in fondo a questa pagina si trova un'elenco delleregole in vigore nei singoli Länder.

Attenzione: a partire dall'8 novembre è prevista una modifica delle regole per chi fa ingresso in Germania da aree a rischio. Secondo le indicazioni date dal Governo federale, chiunque entrerà in Germania essendosi recato (non per mero transito) nei 10 giorni precedenti in un'area definita a rischio dovrà osservare un periodo di quarantena di 10 giorni. Tale periodo di isolamento potrà essere interrotto in caso di risultato negativo ad un tampone molecolare, che potrà tuttavia essere effettuato soltanto a partire dal quinto giorno dopo l'ingresso nel Paese. A partire dall'8 novembre NON  dovrebbe quindi più essere possibile evitare la quarantena presentando il risultato negativo di un test effettuato all'estero prima della partenza (salvo i casi di esenzione, che saranno identificati dalla normativa). Per i dettagli delle nuove regole - inclusi i casi di esenzione dall'obbligo di quarantena - è tuttavia necessario attendere l'adozione delle nuove ordinanze da parte dei Länder (unici strumenti normativi ad avere valore legale).

 

Regole nei singoli Länder

 BUNDESLAND

Regole attuali 

Regole dall’8  novembre  

Amburgo

Ordinanza

 
Assia Ordinanza Ordinanza
Baden-Württemberg Ordinanza  
Bassa Sassonia Ordinanza  
Baviera Ordinanza  
Berlino Sintesi  
Brandeburgo Ordinanza  
Brema Sintesi  
Meclemburgo-Pomerania Anteriore Ordinanza  
Nordreno-Vestfalia Ordinanza

FAQ

 
Renania-Palatinato FAQ  
Saarland Ordinanza  
Sassonia Ordinanza  
Sassonia-Anhalt Ordinanza  
Schleswig-Holstein Sintesi  
Turingia Ordinanza

 

Per info e chiarimenti contattare - Servizio Internazionalizzazione: Bianca Revello tel 0171.455 502

mail b.revello@uicuneo.it  o internazionale@uicuneo.it 

 

CONFINDUSTRIA CUNEO - Corso Dante, 51 Cuneo - C.F. 80002570044
TEL 0171 455455 - FAX 0171 697544 - EMAIL uic@uicuneo.it - PEC direzione@pec.uicuneo.it

Informativa Privacy